#GALLERY: NES Mini e SNES Mini, i controller nuovi vs. quelli originali

0

Riguardo l’affare NES/Mini NES, SNES/Mini SNES, vi coinvolgo nel mio autismo nintendaro con delle foto di comparison dei size (ma soprattutto della qualità plastica, anche temprata dagli anni). Notare la maggiore lunghezza dei cavi degli originali

Dedicato ad Angelo 😀

😀 La maggior lunghezza dei cavi la sapevo, e nota bene, quei cavi erano dimensionati su uno schermo CRT piccolo, oggi con i 40, 50, 60′ etc dovresti stare ancor piu’ lontano e quindi aver cavi piu’ lunghi, non meno.

Lo so lo so, quella della lunghezza dei cavi è la cosa più ridicola a mio parere, palesemente motivata da scelte di produzione suppongo (spendere meno e avere il minor ingombro possibile nella confezione)

Non credo manco sia spender meno eh, e’ che vogliono che ti tieni il snes vicino per qualche ragione che boh? E li si spiega anche il reset sulla console e non come combo di bottoni, assumono che la console non sia lontana… I giappi so strani

Vabbè, se fosse una console per giocare vi darei ragione. Dato che è un oggetto d’arredamento i cavi vanno bene così come sono 😀

Si chiama mini anche per la lunghezza dei cavi,

Un dettaglio: visto che il pulsante reset presente sulla console è necessario (non solo per cambiare gioco, ma anche per interagire coi save state, cosa che in alcuni giochi accade spesso), è verosimile immaginare che tu ti debba sedere vicino alla console stessa.

Per cui è la console che deve avere cavi lunghi, e quelli dei joypad importano assai meno.

MA.

Quelli del NES Mini sono **COSÌ** corti, da risultare fastidiosi persino se stai a fianco alla console stessa.

Ma infatti pure il pulsante reset sulla console e’ una bella cagata di design. L’idea di N e’ che devi portare il cavo hdmi e l’alimentazione sul pavimento o quel che sia, e poi c’hai i cavi dei pad e si con tutti e due stai quasi ad una distanza decente, ma ora hai quattro cavi sul pavimento ed una console a meta’ strada tra la tv e dove siedi. Una cagata…

Ovviamente avrebbero potuto aggiungere un modo di effettuare il reset dai pad magari tenendo premuti un paio di tasti per qualche secondo. E’ una cosa che costa zero, e ci sono anche mod per farlo sul nes classic…

No, terribile.

O aggiungi un nuovo tasto, ma in tal caso ottieni un pad diverso dall’originale, oppure rischi di triggherarlo per sbaglio. Addirittura magari ti capita che in certi giochi è una combinazione utile, e non puoi premerla. Oppure ti dimentichi come si fa dopo due anni che non ci giochi, ed è un casino.

No, no, no, questa è una cosa pensata molto attentamente, ed eseguita in modo corretto.
(eccetto, appunto, per il fatto che potevano fare il cavo un po’ più lungo – come poi hanno infatti fatto nello SNES)

Ma proprio no. Non puoi triggerarlo per sbaglio se devi tener premuti i pulsanti per qualche secondo, non e’ che ci vuole un genio…

E comunque potevi mantenere il reset anche fisico sul device per restare intuitivo per i neofiti / chi non legge il manuale etc.

E’ in tutto e per tutto una cagata. Inoltre, di riffa o di raffa il problema resta, i cavi del snes mini sono troppo corti per le TV di oggi, ti costringono a giocare attaccato allo schermo e a farti una lampada, tant’e’.

HDMI + i cavi dei pad a stento arrivano alla meta’ del mio salotto, impossibile sedersi sulle poltrone. Fail.

Avrebbero potuto farli wireless e via.

Con un incremento di prezzo notevole? No, direi di no.

Un chip wireless ti costa qualche centesimo… ma comunque…

Lorenzo Petrone Ormai le periferiche wi.fi non costano tanto.

Sì ma non voglio cristare che magari non si appaiano, o sono scarichi, o chissà che altro… non con quel device, che esiste proprio per attaccare e funzionare, fine. Non ha proprio il minimo senso.

Vabbeh mamma N e’ infallibile.

No.

Però sta volta ha fatto le cose per bene.

I chip wireless costano centesimi, sì, ma alla fonte, non all’utente finale. Mamma N è stata la prima a fare pad senza fili ufficiali ai tempi di GameCube e difatti erano perfetti ma costavano di più

? Costano di più all’utente finale perché i produttori li fanno costare di più ma n può decidere di venderli senza farci sopra un ricavo

Ma comunque a me frega poco e nulla dei problemi ingegneristici e di costi di N, non e’ che devo essere io a risolvere il problema. Fatto sta che e’ scomodo da usare con un TV grande perche’ ti costringe a stare troppo vicino allo schermo. Tant’e’.

Comments are closed.