Cuphead ha una grafica strabiliante. Quale altro gioco vi ha lasciato a bocca aperta?

0

Ok, prendetemi pure per un pazzo o per uno sprovveduto dopo questo post (tanto credo di essermi già fatto una discreta reputazione in questo gruppo).

Nonostante ne abbiate già parlato varie volte ho appena visto, per la prima volta, un video in-game di Cuphead. Avevo già visto delle immagini, ma nessuno video del gioco in movimento.

Che dire, nella mia lunga vita di videogiocatore ho avuto la stessa sensazione di stupore per ciò che vedevo solo poche altre volte.

A memoria mi vengono in mente la prima volta che ho visto l’effetto acqua di Wave Race 64, la conversione su Saturn di Sega Rally Championship, Virtua Striker 2 su schermo grande in sala giochi ed anche The King of Fighters 94.

Se non ritenete questo post meritevole di pomodori e uova marce, mi piacerebbe sapere se anche altri sono rimasti colpiti dalla grafica di Cuphead e in quali altre occasioni in vita loro ci hanno lasciato la mascella per un gioco.

Ne approfitto per fare i complimenti per l’ottima disquisizione in FP262 su come sono cambiate le abitudini dei giovani nell’approccio ai weekend ed all’uscire la sera in generale. Personalmente l’ho trovato un argomento molto interessante.

Vi ascolto sempre, continuate così.

Fra

beh! per dirne uno recente hellblade, la protagonista ha delle animazioni incredibili, ma soprattutto è caratterizzata a tal punto che si può davvero parlare di recitazione a tutto tondo (e non solo di mero motion capture, per intenderci)

Preso è finito giusto un paio di giorni fa. Molto meglio delle mie più rosee aspettative (ma c’è da dire che io sono vecchio e cinico, e visto il successo m’ero detto che sicuramente era una cagata)

A suo tempo restai senza parole per la grafica di Soul Calibur su Dreamcast. Nel 99/00 non ci stava nulla di così possente, magnifico, luminoso, vivo, pulsante come l’engine di Namco, nemmeno su PC.
Il predominio tecnico è durato anni; quello che rende basiti è che le animazioni (es. Kilik) tengono il passo ancora oggi.
Era come guardare avanti nel futuro, di 10 anni… O forse più.
Congiunzione astrale di programmatori infinitamente talentuosi, hardware al vertice, il giusto momento per scrivere la storia del videogioco e della civiltà digitale del nuovo millennio.

Devo ancora giocarci, ma nonostante sia bellissimo non mi ha convinto molto il loop delle animazioni. Capisco benissimo l’esigenza di fare una giocabilità classica alla Contra e quindi il personaggio non può permettersi di perdere tempo in animazioni di ritorno, è un problema un po’ della grafica hi res dei giochi 2D. A dirla tutta anche gli sfondi mi sembrano un po’ statici e piattini, ma qui ci sta, rischiava di diventare un caos. Per il resto stile davvero brillante. 🙂

Comments are closed.