Silent Hill e i trucchi per far stare tutto dentro la prima PSX

0

in quest’articolo viene avanzata l’ipotesi che la nebbia sia stata uno stratagemma per eludere la carenza di potenza hardware della playstation1, e la radiolina radar una conseguenza di ciò. secondo voi è attendibile?

SILENT HILL (per ps1) contro SILENT HILL (per il grande schermo). | NATURAL BORN CRITICS

naturalborncritics.altervista.org
“Silent Hill \u00e8 ricordato come il non plus ultra del genere Survival Horror per via dell’incredibile carica di elettricit\u00e0 che riesce tutt’oggi a portare. In questo articolo consideriamo le ragioni che l’hanno portato al successo e facciamo dei paragoni col film che ne \u00e8 stato ricavato…

non ho beccato particolari fonti, ma ogni volta che si parla di SH viene tirata fuori questa chicca, quindi la prenderei per buona, altrimenti andrebbe sbugiardato tutto l’internet

su un altro gruppo mi hanno detto che leggenda vuole esista un’intervista in cui il TeamSilent ammette di aver fatto proprio così. Valla a recuperà, magari l’originale è pure in inglese o peggio in giapponese.

in effetti non ho mai visto interviste o altro che dichiarassero esplicitamente la cosa, però è molto verosimile, dato che più limiti la roba a schermo, più puoi risparmiare sulla potenza grafica necessaria per gestirla, oltretutto silent hill faticava un bel po’ anche così visto che cmq aveva il vsync disattivato e ogni tanto s’andava giù di tearing pesante

La nebbia era una tecnica per ridurre la draw distance sicuramente. Oltre che un ottimo espediente narrativo. Ricordatevi che la mappa non aveva caricamenti, era tipo un open world ante litteram. La radio da quel senso di paura ma anche aiuto vista la nebbia. Altrimenti sarebbe stato troppo unfair. Di necessità virtù!

Si, per altro SH non era il solo titolo del suo tempo a farne uso. Ricordo anche Turok e Soul Reaver, giusto per dirne un paio. Comunque l’articolo ha un titolo accattivante: spero di poterlo leggere asap.

Eh infatti. E’ una tecnica usatissima.

mannagg che quest’intervista originale sia tosta da recuperare.

Comments are closed.