#SERIE: Wander over Yonder è un Rick and Morty ottimista per #BLACKRAZIEL

0

Dopo averlo terminato posso dirlo con certezza: Wander over Yonder è l’anti Rick e Morty. Il tono dei due show è ovviamente estremamente diverso, tuttavia i temi trattati non sono troppo lontani. Nelle sue avventure spaziali Wander, come anche Rick, affronta grandi eventi quali morte, distruzione, violenza, il tutto su scala galattica, ma anche sfide più banali come cinismo, egoismo, vecchiaia ed autorealizzazione. Laddove però il secondo è estremamente disilluso ed a tutto ciò contrappone un profondo cinismo, Wander è un ottimista integrale, il quale rimarrà fedele ai propri propositi anche nei momenti più bui, quando persino i suoi amici più cari o anche lo spettatore che lo segue avrebbero ben accettato di venire a compromessi con i propri valori. In momenti difficili e di smarrimento quale quello attuale, Wander getta una luce di speranza e buoni propositi, scaldando il cuore con il suo esempio. Tutta l’opera è confezionata in modo sublime dal genio di Craig McCracken (superchicche o gli amici immaginari di Casa Foster), il quale è riuscito a creare un cosmo ispirato pesantemente dalla fantascienza pre-Star Wars. I comprimari sono tutti interessanti ed adorabili e, differentemente dal perfetto Wander, affronteranno un percorso di crescita e cambiamento per tutta l’opera, sopratutto l’amico/nemico Lord Hater (chiaramente ispirato a Scheletor dei Masters). Non posso che consigliarne a tutti la visione lasciando qui sotto un link ad una scena che, a mio parere, esemplifica perfettamente tutta l’opera. 🙂

🙂

Comments are closed.