“Il Black Mirror che conoscevamo è morto”

0

Fabio Di Felice is not amused! A me alla fine non dispiace questo Black Mirror nuovo corso, e non mi ritrovo in molte delle cose delle nel post, ma concordo che San Junipero non m’è sembrata niente di che, e non capisco come mai sia stata così acclamata come puntata migliore della scorsa stagione (anzi lo capisco, è perché ANNI OTTANTAAAHHH).

Però Hang the DJ mi è piaciuta molto, alla fine sono sempre un romanticone! <3

Il Black Mirror che conoscevamo è morto – The Shelter

theshelter.online
Lunga vita a lui? Sul serio?

Ho visto solo le prime due puntate della seconda ma sinceramente mi son piaciute molto soprattutto la prima e San Junipero l’ho chiusa a metá perché mi stava annoiando

concordo, io non capisco questo impazzimento per san junipero. l’idea alla base (che si scopre alla fine) era carina, ma la puntata era due palle immense… e c’era sta roba della nostalgia anni ottanta che penso fosse la peggiore vista negli ultimi anni, altro che stranger things.

Mio fratello l’ha skippata in diversi punti, io mi sono fatto due balle così per la maggior parte dell’episodio. C’è da dire che tra le ragazze “alternative” etero o finte lelle o lella friendly ha avuto grande successo, probabilmente il fatto di non essere una ragazza alternativa non mi ha aiutato

Che significa “lella”?

Vittorio Bonzi lesbica

Grazie

Strano: un prodotto di nicchia, quando attira l’attenzione degli americani che ne vogliono fare un prodotto mainstream diventa una minestra insipida, manichea e banale.

San Junipero è la peggiore della terza stagione (imho). Comunque la prima della quarta è molto sull’onda delle serie precedenti. Poi è ovvio che debbano cambiare un po’ temi, se no parlano sempre delle stesse cose…

Il miglior episodio è il pilota col 🐖

PUNTO.

“San Junipero” è, per me, il peggior episodio della storia xD
tolto questo, “Hang the DJ” e “Black Museum” mi sono piaciute un sacco.
Per il resto l’articolo ha ragione, ciò che mi ha avvicinato a Black Mirror nelle prime due stagioni ora non c’è più…è un telefilm di indubbia qualità, ma diverso da come era nato.

la migliore puntata della stagione 3 è Shut up and dance, quella prima di San Junipero. Pesante, che dopo che l’ho vista ho aspettato 2 settimane prima di andare avanti con la stagione.

la migliore di sempre per me è white christmas. Anzi Black Christmas

Finita ieri. Anch’io non capisco la lapidazione mediatica nei confronti della quarta stagione. In effetti mancano i pugni nello stomaco e l’angoscia lacerante di alcune puntate delle stagioni precedenti, però resta una bella serie fedele al suo stile.

Se mancano i tratti fondamentali cosa resta?

Boh, io i tratti fondamentali li vedo ancora: futuri distopici in cui la tecnologia ha stravolto la società rendendola in alcuni casi schiava. Spaccati di vita che mettono a disagio e fanno riflettere perchè disgustosamente plausibili. Che altro manca? 🤔

Diciamo che qui “finisce bene” un pò troppo spesso

🇺🇸🇺🇸🇺🇸

Carlo Burigana Il problema è che è diventata una serie estremamente consolatoria. Non è brutta, perché rimane comunque migliore di molte altre, ma ha perso moltissima della sua forza. Prendi il primo episodio: dopo un inizio interessante, smette di osservare i personaggi, definisce in modo netto cos’è bene e cos’è male e tira fuori un linguaggio da action di terza categoria per risolvere il tutto con il cattivo sconfitto e i buoni finalmente liberi. Più o meno lo stesso accade con il secondo, che parte da un presupposto interessante, ma si sviluppa in modo prevedibile e con un finale fin troppo rappacificante, in cui la morale viene spiattellata in faccia a uno spettatore già pronto a riceverla.

Comunque sto ancora a zero episodi visti, proprio di tutte le stagioni: non riesco proprio a sentirmene attratto = /

Guarda la S01x01 e chiudi.

È l’unica che davvero dice qualcosa e nel modo migliore.

Zì bwana

Troppo buonismo,ma questo già dalla terza stagione.Si è persa quasi del tutto quella sensazione di oppressione del male, dell’inevitabilitá di un futuro dove la tecnologia ti aiuta ma ti reprime allo stesso tempo.

Io sono totalmente d’accordo con lui: idee riciclate senza quel qualcosa in più e assenza dei chiaro-scuri causati dal mal uso della tecnologia.
Stagione tiepida, che fa pensare che la vena creativa si sia inaridita.

Ragazzi, se cambia l’audience il messaggio deve cambiare per forza.

vedi ghostbusters!

Bruno, ma quello faceva proprio schifissimo per demeriti suoi, SJW o no

Vittorio Bonzi no lo dico perché Andrea vuole fare sempre il nostradamus serafico sulle cagate dell’industry, ma quando gli citi le ghostbusters… 😛

Ok, giusto. Ma Andrea è solo disperato perché il Re di Hokuto chiede aspri tributi e ha i luogotenenti isterici, dai, insomma

Beh l’esempio è calzante, prendi una cosa bella e per allargare la base utenza la rendi LAMMERDA.

Ma potremmo fare milioni di esempi.

Del resto… E’ possibile un’operazione del genere senza arrivare a LAMMERDA? Boh, sicuramente gli esempi positivi non è che mi saltino in mente come salmoni controcorrente.

SJ non male, ma sopravvalutata per fattore nostalgia e, soprattutto, per l’impegno gender (“cioe’ nacapito, rivoluzione !”)

Comments are closed.