Il tasto Cher, un anno dopo

0

In questo super articolo del nostro Stefano "snob" Talarico (si scherza eh… diciamo… ;)), si fa un po' il punto della situazione dopo un anno dall'avvento delle nuove console e della socialità annessa. Secondo lui è molto bello poter condividere il gioco con un compare lontano o poter lanciare nell'internet foto esilaranti o spettacolari delle proprie partite.

Così bella come feature secondo lui, da poter cambiare il modo di fruire i videogiochi nel prossimo secolo, come se fosse la feature che la gente ancora non sapeva di volere. Potrebbe essere vero? È questo che la gente che aspettava? Onestamente non saprei da che parte stare, ma da quando è entrata una PS4 dentro casa mia, con la scusa di Free Playing mi capita spesso di premere il tasto Cher e cantare "Believe" a squarciagola….

Ah no, faccio vedere le vergogne a tutti gli amici, dove le vergogne sono le mie partite, onestamente non so se avrei usufruito dello stesso servizio da semplice ascoltatore/fruitore di contenuti.

E voi che ne pensate?

Citazione

Ma anche al di là della necessaria ilarità, si può anche dire che il pulsante Share sia uno strumento che eleva il videogioco e lo valorizza. Davvero: posto che il photo mode è ormai irrinunciabile in quasi qualsiasi opera moderna, anche qualora sia assente rimane la possibilità di creare un contenuto artistico e condividerlo con i propri amici, col mondo. Si tratta di una cosa fantastica e assolutamente benvenuta, perché in qualche modo alimenta lo spirito artistico e critico di chi gioca e, allo stesso tempo, sprona gli sviluppatori a creare mondi in grado di ispirare e spingere verso nuove sperimentazioni il piccolo fotografo che c’è in noi.

http://it.ign.com/playstation-4-gaming-hardware-ps4/89777/blog/la-vittoria-next-gen-socializzare-ognuno-a-casa-pr

Comments are closed.