Serve davvero la storia nei picchiaduro?

0
"La storia in un picchiaduro non importa". Dall'uscita di Tekken 7, come per ogni altro picchiaduro, è tornato in voga questo mantra.

Sinceramente trovo sia un luogo comune senza fondamento. I picchiaduro necessitano di una storia valida, che non significa che debba essere articolata o credibile, ma efficace nel suo contesto per dare vita a personaggi carismatici.

Le meccaniche di gioco rivestono un ruolo essenziale per il genere, ma è anche banalmente vero che senza dei lottatori convincenti un titolo può perdere velocemente appeal. Infatti una delle cose più gratificanti è imparare ad usare il proprio personaggio favorito.

Inoltre, aggiungo, che molti dei personaggi dei picchiaduro sono i più riusciti e longevi della storia videoludica. Volti come Ryu, Iori, Terry Bogard, Heiachi, Scorpion, Chun Li, Mai Shiranui o Akira sono davvero iconici, spesso "copiati" ed estrapolati anche in altri contesti.

Voi cosa ne pensate al riguardo? :) Blizzard e Riot hanno dimostrato che costruire una caratterizzazione per il tuo gioco competitivo è qualcosa che può dare molto vantaggi "nascosti" La modalità storia per sfv l'ho ignorata completamente. Però condivido dare almeno una direzione artistica coerente che identifichi un picchiaduro dagli altri. Non so quanto la storia in un picchiaduro possa incidere, o spostare le vendite. Contando che la modalità single player dura poco e che poi ci si sposta sul multiplayer. Injustice sotto il lato storia ha fatto qualcosa dai molto bello ma non ha inciso molto infatti. Ma ovviamente in un picchiaduro la narrazione non passa solo tramite lo Story mode. Ci sono anche le schede personaggio come espediente per raccontare la sua storia, per fare un esempio. Di fatto il background di un personaggio incide parecchio sul gioco. I personaggi anonimi vengono spesso scartati, non portano a costruire una fan base. È per fare dei buoni personaggi bisogna dargli uno spessore, certamente in modo diverso da altri generi, ma fatto sta che la storia incide, anche se non sembra. L'unica modalità storia che ho apprezzato è stata quella di soul calibur 2, ma anche quella del 3 era divertente. Però adesso ricordo che era una modalità a parte, non riconducibile alla storia A me le modalità storia in un picchiaduro annoiano. Proprio perché spesso sono spiegoni con una caterva di match insulsi e sconclusionati, preferisco leggermi le schede dei personaggi come si faceva negli anni 90. Detto questo, non significa che la storia non conta, anzi, il fatto proprio che gli appassionati si vanno a cercare le storie dei personaggi è una conferma che ha una sua importanza I personaggi SNK erano caratterizzati ottimamente anche senza storia, bastava l'eccezionale chara desing e le pose a fine incontro per farti capire chi erano e perché lottavano. Poi erano maestri nel creare la coppia eroe e antieroe vedi Haohmaru e Genjuro o Kyo e Iori.
Per quello hanno superato Capcom Federico Rosa concordo con te. Inoltre con Fatal Fury 3 (secondo me) avevano creato la miglior modalità arcade di sempre. La storia era integrata benissimo con i vari match, per di più era possibile assistere a tre "finali" differenti. Peccato che come giocabilità non era il top (ma si sono poi ripresi con Real Bout, che era una gemma). :) a me onestamente non piacciono molto questi story mode "moderni" dove devi usare mille personaggi diversi (anche se finora devo confessare di non averne provato neanche uno, rimedierò con Tekken 7)

riguardo a Tekken 7 mi dispiace che abbiano abbandonato i finalini dei singoli personaggi, quelli sì che aiutavano la caratterizzazione e ce n'erano certi davvero bellini, tipo quello di Combot in Tekken Tag Tournament 2: https://www.youtube.com/watch?v=RJeGToGE1Og

per il resto concordo al 100%, avere dei personaggi ben caratterizzati e con un minimo di lore (più che di storia vera e propria) è un plus non indifferente, anche se personalmente preferisco i design "semplici" alla capcom prima maniera piuttosto che quelli più "fashion" di SNK, li trovo più iconici e universali

FOLLOW US: https://www.facebook.com/pixelplanet.org https://twitter.com/pixelplanet1 Official Website: http://tekken.namco.com Release: September 2012 Platfo...

Che Garou Mark Of The Wolves non ha modalità storia e pochissimi pg ma è tipo il miglior picchiaduro della storia. Si, ma non confondete lo Story mode con il background dei personaggi. La storia nei picchiaduro c'è, almeno, nei migliori. Garou ad esempio è uno dei titoli più curati e complessi della saga. C'ho passato giorni a leggere le schede dei personaggi e i vari intrecci con il passato Penso sia proporzionale alla sensibilità di chi gioca. A me lo story mode di sfv fa cagare a mille, penso che un arcade mode leggermente "pilotato" (vedi sfa3 o gmotw) sia molto più efficace di mille filmatini con storie deficienti che hanno l'unico scopo di dare una giustificazione alle mazzate. Comunque è un discorso che mi ricorda rapper nero, e per questo mi fa raggelare un po' il sangue. Sì, ma solitamente lo Story in un picchiaduro è improponibile, anche perché per spiegarla bene si dovrebbero programmare una serie di personaggi che vengono solo citati. Penso sia improponibile fare uno Story come si deve. Comunque questo non toglie che il carisma dei personaggi è essenziale. Rapper Nero parte dal presupposto che tutto fa schifo tranne mk :) Comunque ritiro fuori un aneddoto che ho già raccontato. Qualche anno fa organizzai un evento di retrogaming in un locale della mia città con vecchie console ecc... In un momento di stanca entra una mamma con il figlio di 6 anni. Gli faccemmo provare un paio di giochi ma quello che lo accalappiò di più fu proprio Street Fighter 2. Non era affascinato solo dal gioco in se ma sopratutto dai personaggi, tanto che mi chiedeva le storie di tutti quelli che apparivano su schermo, gli piacque così tanto che pregò la madre di tornare a giocarci il giorno dopo!

Effettivamente uno dei tratti distintivi di SF2 era proprio l'aver azzeccato un roster così peculiare e tanto da diventare iconico.

Peccato che le storyline capcom siano davvero orrende una volta che si entra "nel dettaglio". Ho sempre apprezzato di più SNK da questo punto di vista.

 

Comments are closed.