I millennial guardano Friends su Netflix e ne rimangono shockati

0
E niente raga, non capire niente portato al next level Mattia Traverso

Millenials watching Friends on Netflix are shocked at how problematic it is

www.independent.co.uk Millennials watching Friends on Netflix have expressed reservations about the popular sitcom’s storylines, describing it as transphobic, homophobic and sexist. While the show ran for more than 10 years until 2004, it arrived on Netflix at the end of last year in the UK. The series, starring Jennif...
Voglio morire domani.
Non rimandare a domani quello che puoi fare oggi!
il problema non sono i millennials. sono le persone stupide
Cioè i millennials...

Ho pensato la stessa cosa ma non avrei saputo scriverla meglio di così.
Che poi è anche il motivo per cui ormai non esce più una serie tv che faccia ridere. Wut? Prendete per culo prendete... 🤗

Un giorno quando sarò il John Connor della resistenza antiQUESTAGGGENTE mi ricorderò di tutti voi.

Occhio a non finire rinchiuso a Cassandra Io segno tutto. 📝🤓 Ah, per me, non penso nemmeno di arrivarci a dieci anni da ora Tu prometti, prometti... Giá ai tempi di ARSLUDICAST davi un limite massimo di 6 mesi al pianeta. ☹️

Invece siamo ancora QUA

Io convinto che l'ordine fosse verde-blu-rosso e quindi Qua fosse in rosso; ma la nuova serie di DuckTales mi ha tolto ogni dubbio. Maledetti coloristi pasticcioni di Topolino
A mio avviso siamo di fronte al millemilamilionesimo caso di social usato per generare notizia che a sua volta genera flame. Pigli UNA reaction e la butti in pasto ai social dove in automatico si creano due schieramenti ed al costo di un like o di un commento si generano flame che si autoalimentano ma che, di fatto, non hanno nulla a che vedere con l’oggetto che li ha originati. Insomma...la solita merda. Parlo perché posso. Per carità le accuse sono vere, lo sto riguardando ora dopo 15 anni e mi accorgo che ci sono battutacce sui gay ogni puntata.

Poi da lì a fare gli indignati per una commedia vecchia di vent'anni è questione di eccesso di cromosomi
Si ma la socetà era quella Si infatti mi si era cancellata la postilla "per una commedia vecchia di vent'anni" Boh, io ho visto New Girl che è più recente e le cose non sono tanto diverse da quelle viste in Friends Beh c'è il negro che gioca a basket e quell'altro che non sa fare niente! È sono pure intercambiabili! e l'ebreo che prima era un ciccione e ora è un metrosexual. Peggio 2 broke Girls allora Sicuramente e' il prodotto dei suoi tempi, e sicuramente resta un capolavoro, ma l'articolo ha ragione al 100%, se lo guardi oggi ti accorgi che e' figlio di una cultura che per fortuna abbiamo superato. Angelo Pesce è anche una commedia scemotta alla fine, la comicità riflette gli stereotipi dell'epoca (che ancora oggi nelle commedie scemotte ci sono, vedi 2 broke Girls) poi però nelle scene serie si nota meno, ad esempio quando l'ex moglie di Ross si sposa con la fidanzata nessuno si lamenta dicendo che "è contro natura" come invece accade ancora in italia Sicuramente, se fosse una roba offensiva non l'avrei vista N volte. Quel che dico e' che non mi meraviglio che qualcuno oggi, soprattutto poi se non ha vissuto quel tempo, guardi una roba del genere e pensi che abbia tratti problematici.

Ed e' vero che in Italia siamo indietro. O meglio, fammi specificare. Non siamo indietro rispetto alla media del mondo, non credo. Pero' fuori ci sono piccole isole "illuminate", e se vivi in una di queste, tornare in Italia e' abbastanza uno shock.

Ma anche nel linguaggio di tutti i giorni, tra gente intelligente e sensibile. Io sono cresciuto con "ricchione" come insulto, o "troia", per i maschi, ma roba quotidiana, le battutte etc... che poi ci pensi su e dici, cazzo! E tra gente che indubitabilmente non era omofoba, anzi. E' solo che in un periodo era la lingua, e visto con le sensibilita' moderne fa impressione. Per fortuna abbiamo superato... MA ANCHE NO. 😂

Oggi siamo nella 💩💩💩fino a qua.

Se solo ci fossero più persone - gatti.

Marco Vecchini beh, non è che hai parlato di Orson Welles Quelle reazioni hanno anche un contesto in cui sono state scritte, cioè quello della commedia, quindi hanno bisogno di essere messa in maniera comica. Friends non era troppo gentile in generale, in quel periodo. Guardate “pappa e ciccia” che da noi è una roba da ridere, invece in usa creò dei grossi problemi perché prese posizione su alcune questioni politiche e sociali di quel periodo. Come i nostri film neorealisti & co. Quel tipo di commedia, in quegli anni, aveva un ruolo non indifferente Eh, però non capisco puntare il dito su friends. Sembra un voler demonizzare fin troppo il passato. E poi questi millennial di oggi cosa vogliono, solamente vedere dei modelli perfetti senza un difetto o una stortura? Vogliono il dramma borghese? Non è Orson Wells nemmeno friends se per questo! Marco Vecchini ma è giusto il tuo discorso, però insomma new girl... quasi mondezza...
Serve una bella guerra mondiale. Questioni d'igiene, come direbbero i futuristi. Io l'ho rivisto con la mia fidanzata due o tre volte, tutte le dieci stagioni. E' sempre un capolavoro, ma si, di certo si nota che il mondo e' cambiato. La cultura del tempo si vede in Friends, pochi cazzi, soprattutto per quanto riguarda l'omofobia. Non e' una cosa che abbiamo notato solo noi per altro, anche parlando con altri "nel settore"...
io non ho notato nulla, e menomale Forse il doppiaggio italiano aggiusta le cose. O forse sei omofobo :D odio tutti, sono umafobo. Comunque sia chiaro non e' che sia una roba frequente o offensiva, altrimenti risulterebbe inguardabile e non il capolavoro che e'. In generale e' uno show che e' ottimizzato per essere "neutrale", non creare controversie. Ecco qua, il fulcro. Era la cultura di quel tempo e devo dire anche meno offensiva di quello che vedono oggi
Meno male che non ascoltano fp
I NECRI!
Di che vi meravigliate?
Guardate il primo Fantozzi come tratta Pina durante i titoli di testa: una serva; era l'Italia di allora ma oggi le nazifemministe sbroccherebbero per incapacità di contestualizzazione socio culturale di fine anni '60
Nope Fantozzi è più attuale del telegiornale. Su alcune cose immutabili sì.
In altre fotografa un Italia che per fortuna non esiste più. Si vede che sei un uomo del nord 🤣 Non dirmi che la scena dove picchia la bertucc... er, la bambina quando scopre che è incinta oggi funziona nello stesso modo. Funziona ancora, perché scommetto che molti lo pensano ma non lo fanno, perché sarebbe socialmente riprovevole. Fede conosco persone che abitano in paesi dove lan moglie se vuole uscire di casa anche per andare a comprare il pane o va col marito o deve chiamare suocera o cognata, perché INDOVE PENSA DI ANDARE DA SOLA QUELLA LÀ.

Ripensandoci il problema non è nemmeno che venga fatta una rilettura di un qualcosa. È abbastanza scontato che ogni epoca applichi la sua sensibilità su una determinata opera e ne tragga conclusioni. Ovviamente con le dovute cautele: ad esempio non bisogna mai perdere di vista il contesto socio culturale che ha prodotto ciò che stiamo fruendo. Meno scontato è tenere in considerazione anche ciò che c'era prima, ossia inserire l'opera in una specie di filologia ideale che ne metta in luce i progressi e i limiti. Ma qui il discorso che viene fatto non è così ampio. Qui ci sono genti dei social che si trovano di fronte a contenuti che non riescono a far stare nei loro schemi e che, quindi, vengono bastonati. Sono gli stessi che non leggerebbero Shakespeare perché antisemita o Le mille e una notte perché pieno di discriminazioni verso le donne.
Polizia morale, simple as that.

Comments are closed.