#FILM: The Titan, un polpettone pallosissimo #LANCIL9

0
Ho visto The Titan, l'ultimo film targato Netflix.
Qui l'attore che è andato su Pandora a fare l'avatar, dopo aver fatto gli scontri tra titani, ha deciso di cambiare pianeta e di spostarsi su Titano a non fare scontri. Accanto a lui c'è una delle quattro Katy Perry (in questo caso quella carcerata). Il film che ne esce è un polpettone pallosissimo di 90 minuti in cui si spera che succeda qualcosa di fantascientifico, o per lo meno di imprevedibile, che puntualmente non succede. Evitatelo tranquillamente.

Con una recensione come questa come non essere invogliato a vederlo subito ma perchè Netflix sta investendo in cagate? la quantità di film brutti sembra prevalare su quelli perlomeno decenti, e non ne trovo il motivo commerciale...
Stesso motivo per il quale fa diecimila serie da due soldi: allargare il catalogo. Perché a quanto pare la quantità paga più della qualità. non so, su sta roba ci spendono letteralmente milioni. non sono convinto sia questo grande investimento. se vuoi la quantità, prendi i diritti di tutti i film horror serie z degli anni ottanta, tipo. anche tutti i cinepanettoni. penso che costino meno di produrre UNA di queste cose imbarazzanti Metallo Paolo eh no perché così puoi dire che hai un catalogo con 1000 serie e 100 film in esclusiva. ok, capito il concetto. ma devono esserci altri trucchi, allora, se vuoi solamente scrivere "100 film in esclusiva". finanzia 50 registi tipo quello che con "the florida project" ha sfiorato l'oscar con attori non professionisti ed un budget di 2 milioni. fa pure bella figura che punti sugli esordienti con grandi idee, e tecnicamente sono esclusive. Metallo Paolo eh sì, però bisogna essere bravi a riconoscerli, valorizzarli e direzionarli. Qua mi pare che Netflix non abbia interesse nel fare nulla di tutto ciò. probabilmente c'è una scimmia con un sigaro che distribuisce soldi a pioggia solo se ci sono un paio di nomi moderatamente famosi legati al progetto. Lo sai che producono film e serie in base all algoritmo propietario. O ancora non ne sei a conoscenza?
Dopo la categoria cinecomics diamo il benvenuto a "film di netflix" quelle mondezze che nessuno vedrebbe mai in un cinema
Scorsese sarà la prova definitiva. Se sbaglia pure lui allora c’è qualcosa che non va.
Che schifo i lungometraggi di Netflix. Mi hanno fatto cagare pure registi affermati e che stimo: duncan jones, michod e bong jon ho. Una vergogna. Ma che schifezza! la spiegazione più convincente che ho letto è che la quantità gli serve per far sì che la gente continui a restare abbonata: non ti disiscrivi perché sai che c'è quel film o quella serie nel backlog che vorresti vederti prima o poi... che poi sarebbe lo stesso motivo per cui puntano su produzioni nuove e non sull'acquisto di robe vecchie che magari la gente ha già visto o recupera altrove Fortuna che almeno la roba non Americana non è male
sì che poi molte robe "netflix original" in realtà sono prodotte da altri con netflix che (immagino) mette solo parte dei soldi e/o prende accordi vari per la distribuzione, oppure proprio li prende e ci appiccica sopra il "bollino", tipo anche la serie su unabomber mi pare fosse originariamente una serie discovery
Parte discretamente ma segue una parabola discendente verso la troiata più becera. Si intuiva da ben prima la visione del trailer che era un escremento filmico. 😂

Comments are closed.