#VG: Metal Slug 3, ovvero viva il retromultiplayer online

0

Tentato dal fatto che al momento costa solo 1,74 euri su Steam, ho preso questa riedizione di Metal Slug 3, più che altro incuriosito dal multiplayer online.

All'inizio m'erano cascate le palle perché vedendo l'elenco delle lobby non c'era nessuno online, però m'è bastato crearmene una mia per trovare dopo pochi minuti qualcuno che ci si unisse.

Il problema però è che un sistema del genere richiede sempre di trovare qualcuno con cui iniziare il gioco da zero (oppure con cui cimentarsi nel mission mode). La soluzione ideale invece sarebbe stato un multiplayer online "hot seat" in cui iniziare la propria partita per cazzi propri e lasciare aperta la possibilità ad altri giocatori online di unirsi, in stile Final Fight: Double Impact, per intenderci.

Invece così bisogna PRIMA trovare qualcuno con cui giocare e POI iniziare la partita, col risultato che, quando ci sarà ancora meno gente di quella che c'è ora (sicuramente ci sarà stato un leggero boost grazie alla riduzione di prezzo) sarà difficile trovare qualcuno con cui giocare online, senza organizzarsi prima, perché la gente giustamente non troverà nessuna lobby aperta, proverà ad aprirne una propria, ma poi dopo aver aspettato minuti e minuti chiuderà tutto o si metterà a giocare offline, azzerando di fatto le possibilità di beccare altri giocatori online.

A parte queste considerazioni il gioco è sempre quello: grafica in pixel-art fantastica, difficoltà alle stelle (ma per fortuna ci sono i crediti infiniti e l'auto-fire), e qualità e coinvolgimento un po' altalenanti da livello a livello.

Giocandoci, in alcuni punti era semplicemente uno strascinarsi a botte di continue fino a passare il livello, mentre in altri invece mi sono divertito, in particolare nei livelli shmup. Probabilmente è un gioco che ci si gode tanto più quanto più se ne diventa esperti, per cui non escludo che più run se ne fanno, più aumenti l'apprezzamento.

C'è poi da considerare l'aspetto "pick up and play" tipico degli arcade che non manca neanche in questo titolo, e che è sempre un piacevole diversivo (oltre che un lieto ritorno al passato) in tempi di tutorial infiniti e di meccaniche sempre più complesse.

In conclusione, per il prezzo a cui l'ho preso straconsigliato, per il prezzo originale (7 euri) non saprei, anche perché come dicevo è probabile che la componente online (unica vera feature in più rispetto all'emulazione) si esaurisca in fretta e, mancando un online hot-seat, sarà difficile trovare gente con cui cooppare senza organizzarsi prima.

Del resto a parte il multiplayer il port è piuttosto "lazy": ci sono i trofei di Steam, le carte, le classifiche online, ma per il resto niente di memorabile. Le aggiunte "moderne", tipo i menù, sono fatte maluccio, con dei font che stonano tantissimo con la pixel-art del gioco. Non c'è tutta quella serie di extra (interviste, retroscena… giusto qualche artwork) che a volte rendono le collection di giochi retro apprezzabili anche al di là del puro rigiocare un titolo classico.

Per questo, il mio giudizio è: compratelo ora che è in offerta e che c'è gente che ci gioca online, o non compratelo mai più! (o al max quando implementeranno un multiplayer hot-seat)

Pollice in su comunque per la riproposizione di classici del passato con aggiunto il multiplayer: spero che la cosa prenda piede e che venga implementata nel modo giusto, perché a quel punto davvero sarebbe la fine della vita al di fuori del computer…

Link:
http://store.steampowered.com/app/250180/

Comments are closed.